Acquisizione dell’Isee precompilato

6 Gen 2021 | Inps | 0 commenti

Condividi

Il primo passo è l’acquisizione dell’Isee precompilato. L’Inps interroga la propria banca dati e quella dell’Agenzia Entrate per estrapolare una serie di dati già conosciuti. Il cittadino in un secondo momento dovrà solo integrare alcuni dati mancanti.

Se hai dubbi o domande puoi scrivere un commento in fondo agli articoli, puoi contattarci tramite la pagina Contatti oppure puoi iscriverti gratuitamente alla nostra community su Facebook dove trovarai un aiuto da parte degli altri utenti e dello staff di Fisco Amico.

Sommario

  1. Acquisizione dell’Isee precompilato
  2. DSU Mini
  3. Section 3
  4. Section 4

Acquisizione dell’Isee precompilato

Per iniziare devi andare alla pagina dedicata all’isee precompilato.

acquisizione dell'isee precompilato

Hai la possibilità di accedere tramite

  • PIN dispositivo
  • SPID 2 livello
  • CIE – carta identità elettronica
  • CNS – carta nazionale servizi

Nella prima videata viene chiesto di apporre un flag per presa visione dell’Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell’art. 13 del Regolamento (UE) 2016/679.

Per proseguire cliccare su “Inizia Acquisizione“. Compare già il codice fiscale del soggetto che si è loggato e che fungerà da dichiarante per tutto il nucleo familiare.

Il dichiarante nel modello Isee può essere qualsiasi membro della famiglia maggiorenne. Il dichiarante sarà la persona che sottoscriverà l’Isee.

Nella schermata successiva viene chiesto di indicare se si sta per elaborare una DSU Mini o una DSU Integrale. DSU vuol dire “Dichiarazione Sostitutiva Unica” e rappresenta un documento che contiene le informazioni di carattere anagrafico, reddituale e patrimoniale necessarie a descrivere la situazione economica del nucleo familiare per la richiesta di prestazioni sociali agevolate.

La DSU Mini è una dichiarazione semplificata che si utilizza per la maggior parte dei casi.

Il modello MINI non può essere presentato al ricorrere di una delle seguenti condizioni:

  • richiesta di prestazioni per il diritto allo studio universitario;
  • presenza nel nucleo familiare di persone con disabilità e/o non autosufficienti;
  • presenza nel nucleo di figli i cui genitori non siano coniugati tra loro, né conviventi;
  • assenza di dichiarazione dei redditi e/o di modello CU (certificazione unica): mod. 730/2020, mod. Redditi 2020 e mod. CU 2020 relativi ai redditi anno d’imposta 2019

Nei casi di esclusione il richiedente dovrà procedere alla compilazione della DSU Integrale o estesa.

Attraverso la compilazione della DSU e dei suoi quadri è possibile ottenere:

  • Isee ordinario – calcolo base ottenibile sia con la DSU Mini che DSU Integrale.
  • Isee minori – per le prestazioni agevolate rivolte ai minorenni. Se i genitori del / dei minori sono coniugati e/o conviventi il calcolo Isee minori si ottiene presentando sia la DSU Mini che la DSU Integrale. Negli altri casi (genitore non coniugato e non convivente) occorre presentare la DSU Integrale che prende in considerazione la condizione del genitore non coniugato e non convivente per stabilire se essa incida o meno nell’ISEE del nucleo familiare del minorenne.
  • Isee universitario – per l’accesso alle prestazioni per il diritto allo studio universitario va identificato il nucleo familiare di riferimento dello studente, indipendentemente dalla residenza anagrafica eventualmente diversa da quella del nucleo familiare di provenienza e nel quale può incidere anche il genitore non coniugato e non convivente. Nel caso di Corsi di Dottorato è lasciata la facoltà di scegliere un nucleo più ristretto rispetto a quello ordinario (dottorando + coniuge + figli). Occorre presentare la DSU Integrale.
  • Isee socio sanitario – Per l’accesso alle prestazioni sociosanitarie, ad esempio assistenza domiciliare per le persone con disabilità e/o non autosufficienti. E’ lasciata la facoltà di scegliere un nucleo più ristretto rispetto a quello ordinario (solo in caso di persone con disabilità maggiorenni). Occorre presentare la DSU Integrale.
  • Isee Sociosanitario-Residenziale – tra le prestazioni socio-sanitarie alcune regole particolari si applicano alle prestazioni residenziali (ricoveri presso residenze socio-sanitarie assistenziali – RSA, RSSA, residenze protette). Si tiene conto della condizione economica anche dei figli del beneficiario non inclusi nel nucleo familiare. Occorre presentare la DSU Integrale.
  • Isee ordinario Corrente – si tratta di un ISEE che tiene conto dei redditi e i trattamenti relativi agli ultimi dodici mesi quando si siano verificate rilevanti variazioni della situazione lavorativa e/o reddituale. Occorre aver già un Isee in corso di validità (sia presentando la DSU Mini sia la DSU Integrale).

DSU Mini

Vediamo la procedura della DSU Mini. Nel caso di DSU Integrale la fase di acquisizione è identica alla DSU Mini. Si differenzia nella seconda fase di verifica e completamento dei dati forniti dall’Inps.

Tags:

L’articolo è stato utile? Lascia un commento sotto e seguici sui social per essere sempre aggiornato

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.


Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere aggiornato sulle nuove uscite dei nostri articoli?

Iscriviti alla newsletter di Fisco Amico



Scadenze

31 gennaio 2021
- Esonero Canone Rai

16 giugno 2021
- Acconto IMU

30 giugno 2021
- Saldo e primo acconto imposte